Vardón sì da descóre, ma ancia da rivà a ‘na conclusión. Par fà calcòssa, par nó lassà massa rebandonàth i nòstre bósch. Se torna fòra i vèci i ne cópa…

\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/
.
\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/\/

giovedì 10 marzo 2011

BUDOIA: IL PROGETTO "ENERGIA DAL BOSCO"

Il Comune di Budoia, da molti anni  inserito nella rete di comuni "Alleanza nelle Alpi",  nell'ambito del programma denominato dynAlp-climate  ha presentato  a fine 2010  un proprio progetto,  che recentemente è stato approvato e che verrà perciò cofinanziato per una somma di 10.000 euro.

Venti sono i progetti che nei prossimi due anni riceveranno un cofinanziamento dal progetto dynAlp-climate, il programma per il clima della rete di comuni «Alleanza nelle Alpi». Dei 45 progetti presentati, la giuria ne ha scelti otto italiani, tre francesi e tre svizzeri, due tedeschi e due sloveni e infine due provenienti dal Liechtenstein e dall'Austria. Complessivamente, dynAlp-climate metterà a disposizione di questi progetti climatici circa 300.000 euro. I progetti danno un contributo concreto alla protezione del clima o mirano all’adattamento alle conseguenze del cambiamento climatico.
Il progetto di Budoia è incentrato sulla creazione di un primordio di filiera locale della legna da ardere, puntando a far incontrare la domanda e l'offerta di combustibili legnosi, legna da ardere in primis. Lo scopo è quello di riprendere la gestione dei boschi cedui privati che attualmente sono scarsamente utilizzati, cercando così di smuovere un po' l'assetto del mercato della legna da ardere, che è fortemente fondato sul commercio di prodotto non locale, per lo più provieniente da paesi balcanici ed Est-europei.
Tra le principali azioni previste dal progetto, vi è la formazione di un gruppo di operatori forestali, l'apertura di uno sportello "Energia dal Bosco" ove far confluire la domanda e l'offerta (di boschi in piedi da tagliare, di legna da ardere da vendere, eccetera...), e il coinvolgimento delle scuole elementari nella ricerca di un nome col quale identificare la legna locale. Da segnalare anche il coinvolgimento di altre realtà locali già esistenti, come la cooperativa "Le Anguane", per quanto concerne l'esecuzione pratica dei lavori in bosco, e la Pro Loco di Budoia,  con il ruolo di promozione turistica e culturale.  Sarà presente anche Assocosma, come referente professionale nel settore dell'utilizzo delle biomasse legnose da energia.
Intanto, a Budoia, il progetto è stato già illustrato alla popolazione nella serata del 24 febbraio u.s.. La partecipazione   è stata molto buona, oltre le aspettative, segno che l'argomento è piuttosto sentito.
Adesso sta per essere avviata la fase formativa per gli operatori forestali, con un corso specifico sull'uso in sicurezza di motosega, decespugliatore e verricello. La sessione primaverile del corso prevede tre giorni di lezione, in due periodi distinti: 29, 30 e 31 marzo e 5, 6, e 7 aprile. Il corso si svolgerà a Paluzza (UD) presso il Cesfam (Centro servizi per le foreste e le attività di montagna), gestito dalla Regione Friuli Venezia Giulia. Chi fosse interessato a proporsi come volontario per il corso ed essere poi disponibile a  diventare parte attiva del progetto (andando materialmente a tagliare il bosco) lo può comunicare direttamente al Comune di Budoia ( tel. +39 0434 67 19 11, e-mail: sindaco@com-budoia.regione.fvg.it ). Idem dicasi per chi volesse avere maggiori informazioni.
E' un'opportunità da non perdere... per cui: giovani (e meno giovani...), fatevi avanti!

2 commenti:

  1. Approfitto della tua pazienza e di questo interessante post per inviarti questa informativa su un convegno molto interessante.

    "Present and future role of forest resources in the socio-economic development of rural areas" che si terrà a roma il 23-24 giugno. Può essere interessante procurarsi gli atti.

    Comunque maggiori info su questo link:

    http://www.reterurale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/5126

    RispondiElimina
  2. Grazie Carmelo per le info. Di iniziative convegnistiche, vista anche la ricorrenza dell'anno internazionale delle foreste, ve ne sono in gran numero; credo però che quella che tu segnali sia interessante, in particolare, dato che tratterà del ruolo delle risorse forestali in Europa, quindi anche a casa nostra (siamo spesso portati ad occuparci delle foreste tropicali, trascurando un po' i nostri boschi...).
    Approfitto per dirti che sono un po' preso da vari impegni, in questo momento, dovrò cercare di riprendere con un certo ritmo questo blog, che ultimamente ha un po' trascurato. Ti spiegherò comunque in separata sede cosa sta bollendo in pentola...
    A presto, ciao (saluti a Valeria e Flavio)
    Mauro

    RispondiElimina